Nuova veste grafica…Timeline Facebook

Facciamocene una ragione: ormai Facebook è un rinnovamento continuo, e sempre più pretenderà di entrare sottilmente nelle nostre vite. Per farlo, come ogni prodotto che si rispetti, tanto più se parliamo di un social network, è indispensabile presentarsi con un nuovo aspetto, che poi sappiamo corrispondere a nuovi contenuti e nuove modalità per relazionarcisi. In una parola: una nuova interfaccia. È dal primo ottobre 2011 che è partita la sperimentazione, ora anche in italiano, della Timeline, questo il nome per quello che sarà sempre Facebook, ma nelle vesti di diario, quindi qualcosa di ancor più intimo e personale, da sfogliare e rivedere con particolare attenzione rivolta al passato, ma soprattutto da condividere, come e più di sempre. Ed ecco una prima “trappola”: l’intimità da rendere ancor più pubblica.La configurazione della nostra pagina avrà in cima una grande foto orizzontale, che fungerà da copertina, al di sotto le nostre informazioni riassunte in una parte testuale, e in una anteprima degli album di foto, ovviamente espandibile all’intera raccolta. Al di sotto troviamo il classico spazio dove poter postare stato, foto, e simili.Vera rivoluzione però la fa, per l’appunto, la timeline, che troviamo contratta sulla destra, con elencati gli anni e i mesi, da cliccare per navigare all’interno del nostro arco temporale. La stessa timeline, ma in versione estesa, la troviamo come linea che si posiziona in mezzo ai post, dove ogni punto indica un momento specifico, che volendo possiamo andare ad aggiungere cliccandovi sopra.È emozionante fare su e giù per la propria storia, andando a rivedere tanti eventi passati, e costruirne di nuovi. Ancora una volta Facebook si sa distinguere e sa anticipare i tempi, questa volta facendo leva su forti sentimenti umani che tornano sempre utili al network stesso. Ed è facile spiegare come: dando un aspetto ancor più personale al proprio profilo, l’affezione e la cura aumentano, e l’idea di poter finalmente avere un luogo che raccolga la nostra storia nella sua multimedialità, fa in modo che si sia più invogliati a riempirlo della nostra vita.

Noi del Machè, come Zuckerberg e i suoi, anticipiamo i tempi. Sono mesi ormai che proviamo la nuova interfaccia e possiamo assicurarvi che è una cosa davvero strepitosa. Il poter “vedersi” mesi, anni prima è qualcosa che vi lascia senza parole. é la stessa sensazione che si ha nel vedere vecchie foto, quel sentirsi cresciuti e cambiati. Detto in poche parole, Facebook come sempre ci sbalordisce, anche se, come detto qualche riga più sopra, l’unica pecca è il rendere ancora più pubblica la propria intimità, speriamo solo che non diventa una lama a doppio taglio.

D.Chuck

fonte: designerblog.it